giovedì 5 maggio 2011

DURC COL BOLLINO

Il DURC, Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato che attesta contestualmente la regolarità di un operatore economico per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL, nonchè Cassa Edile; dove per operatore economico si intende l'imprenditore, il fornitore o un raggruppamento o consozi di essi. 
Per la richiesta del DURC bisogna essere iscritto ad almeno due degli enti indicati ed è possibile farne richiesta al sito www.sportellounicoprevidenziale.it (in alcuni casi con DURC si intende anche la regolarità contribuitiva ad un unico ente; in questo caso basta presentare il certificato di regolarità contributiva dell'ente interessato e una dichiarazione di non sussistenza dell'obbligo di iscrizione presso gli altri enti). 

Con la Circolare n. 22 del 24 marzo 2011 l'INAIL ha comunicato agli interessati che le funzioni on-line sono state implementete cambiando anche la veste grafica dello sportello ma ha anche introdotto rilevanti novità tra cui un contrassegno elettronico riporteto in calce al DURC che permette di verificare la corrispondenza tra il documento cartaceo e i registri della banca dati scaricando un software gratuito dallo spazio "Verifica di autenticità dei documenti ".
Il periodo transitorio di utilizzo dalla vecchia versione del DURC scadrà il 28 maggio 2011.

I DURC emessi nella versione 4.0 contengono, in aggiunta a quelli attuali, i seguenti dati:
  • per gli appalti pubblici: descrizione completa della tipologia della richiesta, con indicazione del tipo (appalto, subappalto, affidamento), della fase (es. stipula contratto) e, nel caso di contratti di forniture e servizi in economia con affidamento diretto, della descrizione dell’oggetto del contratto (es. acquisto cancelleria) indicata nella richiesta; nel caso di subappalto e di affidamento, indicazione della stazione appaltante e del subappaltatore/mandante/consorziata; 
  • per "altri usi consentiti dalla legge" : descrizione dello specifico motivo della richiesta indicato dall’utente; 
  • per tutti i DURC :
  • indicazione di una delle specifiche già selezionate in fase di richiesta dall’utente nella sezione “tipo ditta” (“datori di lavoro”, “lavoratori autonomi”, “gestione separata – committente associante” e “gestione separata – titolare di reddito di lavoro autonomo, di arte e professione”) e, nel caso di “datori di lavoro”, indicazione del settore del CCNL applicato (selezionato tra quelli disponibili)
  • indicazione, all’interno del riquadro dedicato all’esito della verifica di ciascun ente, di eventuali note inserite dal responsabile del procedimento di verifica della regolarità
  • indicazione dei dati del cantiere, all’interno del solo riquadro dedicato all’esito della verifica delle Casse edili, per i DURC relativi ad appalti pubblici di lavori per fasi successive alla stipula del contratto
  • indicazione, sui certificati rilasciati in copia di un DURC già emesso, della dicitura “Stampa effettuata da …” con le informazioni della sede e dell’utente che ristampa
  • indicazione, sui certificati emessi a seguito di annullamento di un precedente DURC, della dicitura “Il presente certificato, rilasciato in sede di autotutela a seguito di nuova verificada parte di (INAIL, INPS o Cassa edile), annulla e sostituisce il precedente in data…”
  • indicazione su tutti i DURC emessi, del periodo di validità del certificato (90 o 30 giorni a seconda dei casi) e dei limiti di utilizzo (es. per “altri usi consentiti dalla legge” e “agevolazioni, finanziamenti, sovvenzioni, autorizzazioni”, la dicitura in calce al certificato è “DURC valido 30 giorni dalla data di emissione, non utilizzabile per appalti pubblici e lavori edili privati soggetto a DIA o a permesso di costruire”). 
Si ricorda che il DURC viene emesso nel momento in cui tutti gli enti hanno inserito nella procedura l’esito della propria verifica e, comunque, al 31° giorno dalla data di richiesta.
Il DURC viene invece emesso al 46° giorno nell’ipotesi in cui la pratica sia stata sospesa a fini istruttori o per regolarizzazione e l’Ente che l’ha sospesa non abbia inserito l’esito prima dello scadere del termine massimo di sospensione (15 giorni). Qualora l’Ente che ha sospeso la pratica inserisca l’esito prima di detto termine, il DURC viene emesso decorsi 30 giorni più i giorni di effettiva sospensione.
Si ricorda che nei confronti di INAIL e INPS si applica l’istituto del silenzio-assenso. Pertanto, nei casi in cui entro il termine di 30 giorni (calcolati dalla data di rilascio del CIP, al netto dell’eventuale periodo di sospensione) uno dei suddetti Enti non si sia pronunciato, nei confronti di tale Ente si considera attestata la regolarità contributiva.

Il D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e la circolare ministeriale n. 35/2010 su DURC e appalti pubblici stabiliscono che il DURC è obbligatorio in ogni fase procedurale ed in particolare :
  • per la verifica della dichiarazione sostitutiva relativa al requisito di cui all'articolo 38, comma 1, lettera i) del D.Lgs 163/2006
  • per l'aggiudicazione definitiva del contratto ai sensi dell'articolo 11, comma 8, del D.Lgs 163/2006
  • per la stipula del contratto
  • per il pagamento degli stati avanzamento lavori (SAL) o delle prestazioni relative a servizi e forniture (fatture)
  • per il certificato di collaudo, il certificato di regolare esecuzione, il certificato di verifica di conformità, l'attestazione di regolare esecuzione, il pagamento del saldo finale
  • per la valutazione dei lavori di cui all’articolo 86 del D.P.R 207/2010
  • per il rilascio dell’attestazione SOA
  • per l’attestazione di qualificazione dei contraenti generali rilasciata dal Ministero delle infrastrutture e dei trasport
Và ricordato, infine, che il periodo di validità è così costituito:
  • lavori edili privati: 3 mesi;
  • appalti, servizi e forniture pubbliche: solo per l'appalto specifico o comunque limitatamente alla fase per cui è stato richiesto;
  • tutti gli altri casi: limitatamente e specificamente legato al motivo della richiesta.
Clicca per scaricare la circolare INAIL 22/2011 e quella ministeriale 35/2010 

L.S. 

Nessun commento: