mercoledì 8 giugno 2011

PER RIDURRE IL LAVORO NERO PARTE LA Re.La.R

 E' stato pubblicato il bando per finanziare la  Re.La.R  (Rete dei servizi per la prevenzione del lavoro sommerso) nell'ambito del PON "Governance e Azioni di Sistema Obiettivo Convergenza", con 4,5 milioni di euro per la creazione della Rete dei servizi destinata alla prevenzione del lavoro sommerso in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.
 L’avviso mira a creare un elenco pubblico di soggetti privati abilitati all’attivazione di percorsi di tirocinio formativo nel periodo ricompreso tra il 1° luglio 2011 e il 31 ottobre 2011.
 Le domande di iscrizione all’elenco potranno essere presentate solo ed esclusivamente attraverso Posta Elettronica Certificata entro le ore 12 del 27 giugno 2011.
 
Il progetto vede coinvolto il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Direzione Generale Immigrazione, di concerto con la Direzione Generale Mercato del Lavoro, in attuazione dell’accordo di programma per la realizzazione di interventi in materia di politiche attive del lavoro rivolte a cittadini extracomunitari regolarmente presenti in Italia, sottoscritto in data 6.10.2010 con le quattro Regioni Obiettivo Convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia), intende promuovere un’azione finalizzata a: 
  •  Migliorare il raccordo istituzionale ed operativo tra i Servizi per il Lavoro, gli Sportelli Unici e la rete dei presidi territoriali che interviene nella programmazione e gestione del lavoro immigrato, anche stagionale. 
  • Allargare e sostenere la rete dei Soggetti autorizzati/accreditati in grado di fornire, in sinergia con i Servizi Pubblici, strumenti e servizi di informazione ed orientamento al lavoro, riqualificazione professionale, certificazione delle competenze, supporto all’incontro D/O di lavoro. 
  • Sperimentare l’efficacia delle intese, dei percorsi di contrasto al lavoro irregolare sviluppati e condivisi all’interno del progetto sui territori regionali, il sistema di relazione tra i soggetti pubblici e privati, coinvolgendo una platea sufficientemente vasta di lavoratori immigrati; 
  • Realizzare 3000 tirocini formativi a favore di soggetti deboli del mercato del lavoro; Elaborare e standardizzare i risultati del progetto in linee guida e modelli di servizio per la loro diffusione ed adozione sul territorio nazionale.
L’azione sperimentale verrà realizzata nei territori delle Regioni dell’Obiettivo convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) e coinvolgerà i seguenti settori: Edilizia, Agricoltura e Turismo (comprensivo delle attività termali). 
In tale ambito Italia Lavoro S.p.A intende creare un elenco pubblico di soggetti privati abilitati all’attivazione di percorsi di tirocinio formativo ai sensi del D.M. 142/1998 nel periodo ricompreso tra il 01/07/2011 e il 31/10/20111.
I percorsi di tirocinio, della durata di due 2 mesi, potranno essere attivati limitatamente ai territoridelle Regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia e ai settori Edilizia, Agricolturae Turismo (comprensivo delle attività termali) e alle aziende promotrici che attiva uno o più tirocini sarà riconosciuto un contributo mensile per gli oneri di attivazione pari ad € 200,00 per ogni tirocinante.
I tirocinanti, cui verrà riconosciuta una borsa di studio dell’ammontare mensile di € 550 , al lordo delle eventuali ritenute di legge, e al raggiungimento di almeno l'80% delle ore lavorative mensili, dovranno essere:
  • per il 40% cittadini italiani e comunitari, disoccupati o inoccupati che non abbiano raggiunto l’età pensionabile;
  • per il 60 % cittadini extracomunitari (non appartenenti ad uno dei Paesi dell’Unione Europea) disoccupati o inoccupati che non abbiano raggiunto l’età pensionabile titolari di un permesso di soggiorno.
Le domande per potersi iscrivere all’elenco delle aziende promotrici dovranno essere inviate ad Italia Lavoro, eslusivamente a mezzo di PEC Posta Elettronica Certificata all’indirizzo immigrazionemobilita@pec.italialavoro.it ; l’attivazione dei tirocini ammissibili a contributo potrà avvenire solo edesclusivamente tramite il sistema informativo PLUS raggiungibile all’indirizzo web http://pass.italialavoro.it/imil (link attivo dal 1 luglio 2011, a partire, dalle ore 10:00 a.m.)

Per maggiori informazioni e per scaricare il bando e la modulistica basta consultare il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

L.S.

Nessun commento: