giovedì 1 dicembre 2011

LINEE GUIDA ANTINCENDIO

Chi opera nel campo della sicurezza sa che la funzionalità, l‘efficienza e il funzionamento dei sistemi antincendio sono requisiti essenziali per assicurare: 
  •  la salvaguardia e la tutela delle persone
  •  la salvaguardia e la tutela dei beni
  •  la salvaguardia e la tutela dell’ambiente
 Di conseguenza la corretta “manutenzione dei sistemi antincendio” assume un ruolo fondamentale nella garanzia del mantenimento di questi requisiti nel tempo.
Ecco perché il Sottogruppo di Lavoro “Manutenzione Impianti”, facente capo al Gruppo Manutentori di UMAN - Associazione costruttori materiali antincendio, ha ritenuto importante sviluppare questa Linea Guida, quale supporto utilizzabile dalle Aziende di Manutenzione Antincendio, dai Committenti, dagli Addetti alla Sicurezza, dalle Associazioni Professionali di Categoria e dagli Enti di Controllo nell’assegnazione, nello svolgimento e nella verifi ca dell’esecuzione di tali lavori.
E’ importante che tutti gli “attori” conoscano a fondo quali procedure e quali azioni possono garantire prestazioni rispondenti sia alle normative tecniche vigenti sia ai canoni di buona tecnica che il servizio in qualità richiede.
In un mercato come quello italiano, privo di controlli, solo la conoscenza delle modalità di svolgimento dei lavori e la conoscenza della documentazione progettuale che deve accompagnare ogni sistema antincendio fi n dalla sua realizzazione possono tutelare i Committenti, nelle loro scelte, e le Aziende di Manutenzione Antincendio, nello svolgimento della loro attività.
Troppo spesso le Aziende di Manutenzione si trovano a lavorare su impianti approvati dagli Enti di Controllo ma mancanti di buona parte delle documentazioni progettuali previste dalla legge e molto spesso i Committenti per ragioni economiche “impongono” prestazioni, svolte molte volte da personale poco preparato senza l’adeguata conoscenza delle corrette operazioni di manutenzione.
Le Aziende di Manutenzione devono rendersi conto che la mancata o la limitata formazione del proprio personale non può elevare il livello qualitativo delle prestazioni e i Committenti devono prendere atto del fatto che eff ettuare correttamente la manutenzione con personale preparato, in grado di garantire la funzionalità, l’effi cienza e il funzionamento dei sistemi antincendio, costa.
La peculiarità del settore antincendio, per eccellenza “mercato del bene non goduto”, deve agire da stimolo e non da freno alla “qualità del servizio”, tenendo ben presente che nel momento dell’emergenza ognuno si ritroverà col vero “livello di sicurezza” da lui scelto.



Potrebbero essere utile anche le linee guida:

Nessun commento: