lunedì 12 dicembre 2011

UN SOFTWARE INAIL PER SEVESO

In download online nella sezione “Prodotti” del sito INAIL ex-ISPESL il software gratuito NoCE “Non conforming event analysis” realizzato dal Dipartimento installazioni di produzione e insediamenti antropici, DIPIA.

Il software è messo a disposizione delle aziende dichiarate a rischio incidente rilevante, soggette cioè alla cosiddetta “Direttiva Seveso”.  Si tratta di un software gratuito per  realizzare rapporti di analisi dei quasi incidenti e non conformità dove per non conformità si intende un evento che devia dal normale comportamento e funzione previsti nel progetto. Tali eventi sono cioè tutti quei segnali deboli che possono essere rilevati dall’esperienza operativa, siano essi anomalie, guasti o quasi incidenti.

Nella gestione della sicurezza di questi stabilimenti la puntuale registrazione dei casi di non conformità e di tutti i quasi incidenti riveste un ruolo molto importante per intervenire preventivamente laddove la criticità si è manifestata e evitare pertanto l’accadimento di un incidente rilevante.

Il sistema affianca il software IRIS messo a punto ancora da INAIL ex-ISPESL per l’adempimento degli obblighi relativi alla Direttiva Seveso. Il software IRIS utilizza una rappresentazione digitale dell’impianto che può essere elaborata dal software NoCE.

In sintesi ecco le fasi della procedura che si può attuare attraverso l’utilizzo del software NoCE.

“L’evento viene segnalato dal lavoratore o dal capo reparto, comunque da chi opera direttamente sull’impianto. In questa fase, l’impiego di un palmare facilita il compito dell’operatore per registrare le informazioni relative all’evento e per connettersi al sistema centrale. La prima attività è infatti quella di individuare, accedendo direttamente al database centrale dell’impianto, l’attrezzatura, il componente o l’accessorio, o semplicemente l’unità di processo in cui si è verificato l’evento. A partire da questa identificazione, NoCE è in grado di recuperare e di proporre al lavoratore tutti gli eventi accaduti in passato nello stesso contesto. La consultazione può essere utile per confrontare l’evento appena rilevato con quelli già avvenuti e registrati, verificare le azioni svolte e le lezioni apprese. La registrazione dell’evento permette di fornire al sistema centrale tutte le informazioni necessarie a descriverlo, in forma concisa e chiara. In modo guidato, attraverso le domande descritte in precedenza, l’operatore fornisce le informazioni relative all’evento, compilando, tra l’altro, i seguenti campi: la descrizione, sia in formato sintetico che dettagliato, l’indicazione del tipo di causa che lo ha provocato e di conseguenze che ha avuto, le azioni effettuate immediatamente, eventuali suggerimenti per interventi successivi. Inoltre l’impiego del palmare offre il vantaggio di scattare fotografie della scena o dei particolari relativi all’evento che possono risultare utili nella fase successiva di discussione e studio.”

La fase di studio è svolta dal gestore della sicurezza immediatamente dopo e ha l’obiettivo di individuare il o i punti nel Sistema di gestione della sicurezza (OHSAS-18001:2007) dove collocare l’anomalia e di confrontare l’evento con i documenti collegati al sistema di gestione e collegati al rapporto di sicurezza. Da questa analisi scaturisce la gestione dell’esperienza: “individuando i punti che possono essere in relazione con l’anomalia segnalata e evidenziandoli con l’inserimento di note e commenti che, pur non modificando il documento, svolgono il ruolo sia di segnalibro che di avviso per ricordare ciò che è successo. Inoltre, per ciascuna fase, la lezione appresa può essere registrata e consultata in un secondo tempo. Oltre ad avere un database degli eventi indesiderati, attività già prevista nel sistema di gestione della sicurezza, con il sistema NoCE la documentazione stessa contiene e supporta le lezioni apprese dall’esperienza operativa. In molti casi la discussione effettuata consentirà di capire meglio i documenti stessi relativi alla sicurezza, in alcuni casi potrebbe essere anche necessario aggiornarli.”

Importante, e da sottolineare: “Il software NoCE è di proprietà intellettuale dell’INAIL e viene rilasciata gratuitamente al solo scopo di ricerca e sperimentazione. L’INAIL non si assume alcuna responsabilità per danni derivanti da eventuali errori o anomalie di NoCE, nonché dall’uso improprio di NoCE.  Il software non potrà essere utilizzato in nome e per conto dell’INAIL e l’utilizzatore sarà a tutti gli effetti l’unico responsabile dei risultati ottenuti con NoCE. A nessun titolo NoCE potrà essere ceduto a terzi. L’INAIL, sui risultati ottenuti con NoCE forniti a terzi, non potrà essere considerato in nessun modo responsabile o garante dei risultati stessi”.

Info e download: Il software NoCE

Nessun commento: