venerdì 15 giugno 2012

OPERAZIONE MATTONE SICURO

La Direzione generale per l’attività ispettiva presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ha programmato l’avvio dell’operazione “Mattone Sicuro” una campagna ispettiva che nel periodo compreso tra il 21 maggio e il 30 settembre sottoporrà a controllo almeno 15.000 aziende edili dislocate su tutto il territorio nazionale
L’attività di vigilanza sarà mirata al contrasto del lavoro nero, del caporalato e degli appalti illeciti. 
Previsti inoltre  controlli in materia di condizioni di lavoro e di misure di prevenzione allo scopo di contenere il fenomeno infortunistico.
La campagna si avvarrà della collaborazione e la cooperazione tra i Comandi provinciali dei Carabinieri e le DTL e si muoverà su ripartizione regionale.

Si riporta la nota integrale.
 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Partenza - Roma, 07/05/2012
Prot. 37 / 0008538 / MA003.A001

 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Direzione generale per l'Attività Ispettiva
Divisione I
Affari generali e di segreteria, formazione del personale ispettivo, attività internazionale, progetti innovativi




Alle Direzioni regionali e territoriali del lavoro
Al Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro
Ai Gruppi Carabinieri per la Tutela del Lavoro
Al Coordinamento tecnico interregionale delle Regioni e delle Province autonome presso la Regione Veneto

All. 1
OGGETTO
: Vigilanza cantieri edili - Operazione “Mattone sicuro”.

Alla luce della Convenzione per la cooperazione tra Comandi provinciali dei Carabinieri e DTL, che prevede, tra l’altro, la programmazione e la realizzazione di tempestivi interventi congiunti volti a contrastare fenomeni illeciti di particolare gravità in ambito lavoristico, nonché a seguito di preliminari contatti intercorsi con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, la Scrivente ritiene opportuno programmare, su tutto il territorio nazionale, un'azione di vigilanza in edilizia, denominata operazione “Mattone sicuro”.
Gli accessi ispettivi saranno mirati al contrasto dell’impiego di lavoratori irregolari o in nero, del caporalato e degli appalti illeciti, particolarmente diffusi in tale settore, nonché al contenimento del rilevante fenomeno infortunistico, attraverso l’attenta verifica delle condizioni di lavoro, anche sotto il profilo prevenzionistico.
La vigilanza sarà svolta nel periodo dal 21 maggio al 30 settembre p.v. e avrà l’obiettivo di sottoporre a controllo almeno n. 15.000 aziende edili dislocate su tutto il territorio nazionale secondo la ripartizione, a livello regionale, di seguito indicata, parametrata sui risultati comunicati con il Modello breve relativo al I trimestre 2012.
Regione
N. aziende da ispezionare
Abruzzo
820
Basilicata
210
Calabria
890
Campania
1950
Emilia Romagna
950
Friuli Venezia Giulia
370
Lazio
1120
Liguria
800
Lombardia
1200
Marche
600
Molise
290
Piemonte
1160
Puglia
1670
Toscana
1280
Sardegna
1180
Umbria
310
Valle D'Aosta
20
Veneto
680

La ripartizione del numero di aziende da ispezionare a livello provinciale, concordata in ambito regionale, sarà comunicata alla Scrivente da ciascuna DRL entro e non oltre il 16 maggio p.v..
Gli accertamenti ispettivi, d’intesa con gli Uffici di livello regionale, saranno coordinati dai Direttori territoriali e saranno effettuati dal personale ispettivo - amministrativo e tecnico - delle Direzioni territoriali e regionali congiuntamente con i Carabinieri appartenenti ai corrispondenti N.I.L. e con il necessario supporto dei militari dell’Arma Territoriale e dei Nuclei Operativi dei Gruppi Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Milano, Napoli e Roma. 
La pianificazione degli accessi sarà, altresì, preceduta da un'accurata un'operazione di intelligence effettuata a livello provinciale, mediante incontri preparatori a cui parteciperanno il Dirigente dell'Ufficio, il responsabile del NIL ed un referente del Comando Provinciale dei Carabinieri.
In occasione dei citati incontri di programmazione dovranno necessariamente essere coinvolti i referenti delle ASL territorialmente competenti, in osservanza a quanto disposto dall'art. 7 del D.Lgs. n. 81/2008, in materia di coordinamento delle attività di vigilanza concernenti la salute e la sicurezza sul lavoro.
Della suddetta operazione inoltre verrà data notizia nell'ambito del Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro ex art. 5, D.Lgs. n. 81/2008.
I risultati degli accertamenti ispettivi dovranno essere riportati in un apposito prospetto - allegato alla presente - che, corredato da una sintetica relazione esplicativa, sarà trasmesso alla Scrivente dalle competenti Direzioni regionali al seguente indirizzo e-mail: Div0l.dgai@lavoro.gov.it, mbasili@lavoro.gov.it entro le scadenze di seguito indicate:
10 luglio p.v. (dati relativi al periodo 21 maggio - 30 giugno)
10 agosto p.v. (dati relativi al periodo 21 maggio -31 luglio)
10 settembre p.v. (dati relativi al periodo 21 maggio - 31 agosto)
10 ottobre p.v.(dati relativi al periodo 21 maggio - 30 settembre).

Si confida nella consueta collaborazione.


IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Paolo PENNESI

Nessun commento: