mercoledì 18 febbraio 2015

LA CASA ED I SUOI PERICOLI

La casa e i suoi pericoli. Continuiamo oggi nel presentare i nuovi Quaderni che Inail ha dedicato alla prevenzione degli infortuni e degli incidenti negli ambienti domestici.
Dopo aver parlato del volume sulla salute e la sicurezza dei bambini, presentiamo oggi la seconda pubblicazione della serie, una pubblicazione potremmo affermare complementare a quella di cui abbiamo già parlato, che affronta ogni rischio possibile in casa e le misure di pronto soccorso utili.
Immagini ampie, didascalie, grafici. Il quaderno Inail si rivolge a chiunque si trovi a prestare soccorso in casa a un infortunato, a chiunque si trovi ad assistere a un incidente e debba quindi prestarsi ai primi rimedi che precedano l’arrivo dei  professionisti qualificati. “Per facilitare la consultazione non vengono presi in considerazione i tipi di infortunio, ma ciò che l’infortunio può determinare nel soggetto che lo subisce, legando le conseguenze infortunistico- traumatiche al tipo di trauma/infortunio, alle sue caratteristiche, ai possibili agenti materiali”.
Molti sono gli scenari analizzati, dalle ferite, alle contusioni, dalle fratture, all’avvelenamento, fino ad arrivare alla TV epilepsy. Per ogni caso viene descritto  cosa fare, come comportarsi, le tecniche e la pratica.
Apre il volume un decalogo del primo soccorso accompagnato dalla scala delle urgenze e dalla procedura ABC, ovvero :
  • “A sta per Airway (aprire le vie aeree);
  • B sta per Breathing (controllare la respirazione);
  • C sta per Circulation (sostenere la circolazione).
Queste le raccomandazioni del decalogo:
  • Agire con calma e con prontezza;
  • esaminare l’infortunato, valutando lo stato di coscienza, chiamandolo o stimolandolo;
  • chiamare;
  • indossare, ove disponibili, guanti monouso;
  • verificare lo stato del respiro;
  • arrestare l’emorragia;
  • liberare il naso e la bocca;
  • trasportare l’infortunato in un luogo sicuro;
  • lasciare allorché si è certi di non essere più di alcun aiuto”.
Completano l’opera la descrizione dell’armadietto del pronto soccorso, la breve guida al soccorso domiciliare, le appendici già presenti nel volume sulla sicurezza dei bambini con i numeri dei centri anti veleni, dei centri grandi ustioni e le descrizioni dei simboli
e delle etichette dei prodotti chimici.


Fonte: QuotidianoSicurezza

Nessun commento: